Aspettando il solstizio d’inverno a Petre de la Mola a Oliveto Lucano

0
256

E’ stato presentato questa mattina, nella Sala Giunta del Comune di Matera l’evento «Aspettando il solstizio d’inverno a Petre de la Mola» in programma dal 20 al 22 dicembre ad Oliveto Lucano.
La manifestazione è organizzata dal Gruppo Archeologico Lucano in collaborazione con il Comune di Oliveto Lucano e la Pro Loco Olea. Tra le iniziative spiccano le escursioni alla scoperta del centro storico del paese, la visita guidata alla riserva antropologica di Monte Croccia e al complesso megalitico di Petre de la Mola con l’osservazione, al tramonto in coincidenza del solstizio d’inverno, del suggestivo fenomeno del raggio di sole che si insinua nella spaccatura del megalite.
Proprio su questo aspetto si è soffermato Leonardo Lozito, vice direttore nazionale dei Gruppi Archeologici d’Italia e presidente del Gruppo Archeologico Lucano. “Nell’area archeologica di Monte Croccia – ha affermato Lozito – è situato il complesso megalitico denonominato “Petre de la Mola” che rappresenta un sofisticato calendario di pietra preistorico. Il megalite oltre a costituire un elemento calendariale era anche un simbolo rituale. Le antiche popolazioni, infatti, osservando il raggio di sole cadere nella fessura del grande masso in pietra ne invocavano la fertilità”. E’ stato un gruppo interdisciplinare composto da archeologi, geofisici, geologi ed astronomi dell’Università degli Studi della Basilicata, della Faber Srl di Matera, dell’Istituto Nazionale di Astrofisica e dell’Università La “Sapienza” di Roma nel corso di alcune ricerche nell’area del Parco di Gallipoli Cognato e delle Piccole Dolomiti Lucane, ad avviare lo studio di “Petre della Mola”. Attraverso l’impiego di sofisticati è stato rilevato che il complesso megalitico presenta allineamenti diretti alla posizione del Sole al tramonto del solstizio d’inverno. Il sindaco di Oliveto Lucano, Anna Trevigno ha evidenziato il sostegno del Comune alla manifestazione attraverso i Piot, i Piani integrati di offerta turistica, nell’ambito del Piano Operativo Fesr Basilicata 2007-2013.
“Il Comune – ha affidato alla Pro Loco e al Gruppo Archeologico la gestione dell’evento finalizzato a mettere in vetrina le peculiarità di un territorio, per certi versi ancora tutto da scoprire. Oliveto Lucano, situato nel Parco di Gallipoli Cognato e delle Piccole Dolomiti Lucane offre storia, cultura, tradizioni e, con la presenza del complesso megalitico di Petre de la Mole si pone, a pieno titolo, nell’interessante segmento dell’Archeoastronomia”. Le escursioni ad Oliveto Lucano e Tricarico saranno condotte dalla guida turistica Giovanni Ricciardi che ha annunciato che dal 2014 il tour operator siciliano Mediterranea Trekking srl, a partire dal 2014, ha inserito tra i suoi itinerari anche le escursioni
nell’area di Monte Croccia. “Il tour operator – ha detto Ricciardi – ha avviato proficui accordi con piccoli gruppi di escursionisti francesi”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here