Calcio femminile: le 100 partite della Roma Women e non solo

0
922

Alcune interessanti notizie dal calcio femminile

Quando si parla di calcio di solito gli appassionati immaginano le gesta di campioni come Cristiano Ronaldo o Lionel Messi, non quelle di Marta o Amandine Henry. Questa cosa succede perché il calcio maschile oggi è più popolare rispetto a quello femminile. Per ovviare, in parte, a tale problematica, in questa sede si vuole menzionare qualche interessante notizia relativa a questo sport, che sta prendendo sempre più piede grazie ad alcuni media che recentemente hanno scelto di raccontarlo. Prima però di entrare nel vivo va ricordato che quest’ultima affermazione è valida per un paese come l’Italia, che solo da poco si interessa di manifestazioni come la Serie A femminile, e non certo per Svezia e Norvegia, dove il calcio femminile è già da tempo seguitissimo e ripreso dai principali quotidiani nazionali. Precisato questo, è giunto il momento di saperne di più.

Un ruolino di marcia di tutto rispetto per le giallorosse

Sabato 26 marzo la Roma Women ha festeggiato le 100 partite giocate nel miglior modo possibile, superando per 3 a 0 la corazzata Sassuolo. Un ottimo risultato per le giallorosse, non certo scontato considerando il valore dell’avversario. Entrando nel dettaglio, il ruolino di marcia recita così: 62 vittorie, 15 pareggi e 23 sconfitte, 225 goal segnati e 107 subìti. Sono bastate 4 stagioni ben disputate per ottenere numeri così lusinghieri, che fanno bene non solo alla Lupa ma anche e soprattutto al calcio femminile, sempre più in ascesa grazie alla visibilità ottenuta durante i mondiali di calcio, in particolare quelli dell’ottava edizione, che ha avuto per protagoniste campionesse come Megan Rapinoe e Alex Morgan. Due sportive che, come accade in altre discipline professionali, rivendicano l’importanza del proprio ruolo nell’ambito sportivo. Due talenti purissimi, che hanno lasciato il segno in quell’edizione; un po’ come ha fatto la Roma battendo recentemente le neroverdi, come era già successo per altro nel corso della prima partita d’esordio.

Alla scoperta delle ambiziose Sanremo Ladies

Oltre alla Roma femminile ci sarebbero altre “realtà minori” che meriterebbero una menzione, e una di queste è senza dubbio la squadra delle Sanremo Ladies, che oggi milita tra i Dilettanti Eccellenza in Liguria e che un giorno vorrebbe giocare in Serie A con Milan, Juventus e Inter. Più che un sogno è un vero e proprio obiettivo da realizzarsi al massimo entro 5 anni, per questo club che fa dell’inclusione e della parità di genere i valori più importanti, insieme ovviamente alla passione per il calcio. Grazie allo spirito di sacrificio delle atlete che compongono l’attuale rosa, che quest’anno stanno facendo bene, nulla è precluso in partenza. Dovessero farcela per davvero assisteremmo a una favola molto bella, che il calcio ogni tanto regala, essendo uno sport dove può succedere di tutto. I tifosi della formazione di calcio a 5 del Pisticci, tanto per fare un esempio tratto dalla storia recente, sanno bene di cosa si sta parlando.

La Champions League delle bianconere della Juventus

Spaziando da una categoria all’altra, non si può non ricordare il bellissimo cammino, appena concluso, delle bianconere della Juventus in Champions League. Uscite sconfitte contro il Lione ai quarti di finale, hanno rischiato di passare il turno, soprattutto perché all’andata avevano vinto meritatamente per 2 a 1. Poi come succede quando di mezzo ci sono manifestazioni europee così prestigiose, è venuta fuori la classe cristallina delle francesi – soprattutto dell’attaccante Malard – che al ritorno hanno ribaltato con un secco 3 a 1 quanto di bello si era visto a Torino da parte della formazione italiana. Sarebbe bastato pizzico di fortuna in più per ottenere un risultato ancor più prestigioso – ossia giocarsi la semifinale. Difficilmente la Juventus avrebbe vinto la Champions League, questo va precisato, tuttavia ogni ulteriore step di crescita delle bianconere avrebbe permesso allo stesso movimento del calcio femminile di crescere. Al di là di quel che è successo nel corso di quei 180 minuti, le ragazze di Joseph Adrian Montemurro hanno comunque regalato ai tifosi un’importante pagina sportiva. E questa cosa è una notizia da raccontare assolutamente.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here