L’Amministrazione di Bernalda difende il suo operato: “Critiche inutili che destabilizzano la città”

0
225

Importante incontro con la cittadinanza per l’Amministrazione Tataranno che, lo scorso 18 gennaio, si è confrontata con elettori e non nella Sala Incontri di Via Cairoli di Bernalda: un incontro informale da cui sono emersi spunti interessanti per il futuro della cittadina jonica. L’evento si è tenuto il giorno successivo a quello organizzato dal PD Bernalda e Metaponto proprio incentrato sull’operato della nuova Amministrazione. L’esordio è stato affidato a Domenico Calabrese, capogruppo di Bernalda e Metaponto al Centro in assise comunale, il quale ha sottolineato la sterilità delle critiche e delle polemiche sollevate dalle forze di minoranza circa una immobilità del nuovo esecutivo comunale. Sulla stessa lunghezza d’onda anche il Presidente del Consiglio Comunale Nicola Benedetto che, dopo aver sottolineato il fallimento della politica dei democratici nei precedenti vent’anni di governo cittadino, ha difeso l’operato del Sindaco e dei suoi collaboratori, impegnati in una autentica opera di rinnovamento e di cambiamento rispetto al passato. Benedetto, in veste di Consigliere Regionale, ha poi sottolineato i benefici scaturenti dalla Legge Finanziaria approvata in Regione e, nello specifico: l’inserimento di Bernalda nella zona Val Basento, scelta che permette di ricevere finanziamenti ed attrarre nuove imprese; il sistema di voucher per favorire istruzione e formazione professionale; la norma che dispone che l’elenco camerale dei soci appartenenti alla ditta che presenta il progetto di un impianto di smaltimento rifiuti vada presentato nelle varie fasi di autorizzazione del progetto stesso e che tale composizione della società non possa essere modificata prima dei 3 anni dalla messa in funzione dell’impianto in questione. Benedetto ha auspicato una collaborazione attiva tra la comunità e l’Amministrazione, confermando l’impegno dei governanti a tutela degli interessi dei cittadini, della legalità e della crescita del paese. Gli astanti della Sala di Via Cairoli hanno ascoltato con grande attenzione l’intervento del Sindaco Tataranno che si è detto basito per le affermazioni della locale sezione del Partito Democratico che accusa di immobilismo la sua Amministrazione, citando il lungo elenco di interventi che, in otto mesi di governo cittadino, hanno migliorato la situazione nel paese lucano. Il primo cittadino ha elencato i punti in cui la sua Giunta ha mosso i primi passi: nel campo dei Lavori Pubblici è stato rivisto il piano-traffico e sono stati aperti i bandi per l’esternalizzazione dei parcheggi e per il trasporto pubblico, mentre sono stati definiti i luoghi in cui verranno installate le telecamere di sorveglianza; l’Assessore al Bilancio ha rivisto il numero dei dirigenti (da 6 a 4), ha ottenuto la proprietà di alcuni immobili prima in mano al demanio, a cui verrà data nei prossimi mesi una destinazione d’uso e sta lavorando ad un nuovo sistema di tributi che rappresenterà una novità assoluta per cittadini e dipendenti comunali; in materia ambientale ed agricola è stata richiesta l’abolizione dell’IMU sui terreni agricoli, è stato sottoscritto un Protocollo d’Intesa con Natura 2000 per la gestione della pineta della fascia jonica, sono state attuati i programmi della Protezione Civile a seguito delle alluvioni del 2013 per favorire il risarcimento dei danni. Al vaglio ci sono nove progetti per diminuire il rischio di dissesto idrogeologico, mentre è stato approvato il Piano per il rifacimento delle strade rurali (PSR); inoltre, causa inidonietà, è stato chiuso il Canile Comunale. Il Sindaco sottolinea come finalmente a Bernalda la mensa scolastica sia iniziata già il 1 ottobre, mentre non va dimenticata l’approvazione del Regolamento delle Associazioni e la nascita dell’area Wi-Fii gratuita presso Piazza Plebiscito. Il Sindaco ha anche sottolineato le questioni che in questi mesi hanno creato problemi e che devono ancora trovare soluzione: prima tra tutte è la gestione dei rifiuti, con un servizio ad oggi del tutto inefficente e con la raccolta differenziata scesa al 13%: “La società che gestisce il servizio (Tradeco) è risultata inadempiente in numerose occasioni- ha affermato il primo cittadino- ma l’unico strumento a nostra disposizione sono le sanzioni e molte ne sono state comminate”. Tataranno ha annunciato che a breve ci sarà anche una revisione delle deleghe agli Assessori: “Voglio che i miei collaboratori lavorino 24 ore su 24 se necessario e chi non è disposto a questo è giusto che faccia spazio ad altri e torni a fare il consigliere comunale”. I prossimi progetti dell’Amministrazione saranno incentrati sull’ammodernamento del centro storico, del castello e delle vie caratteristiche della zona antica della città; inoltre avverrà un rifacimento del manto erboso dello stadio comunale, il quale verrà realizzato in erbetta sintetica. Previsti interventi anche al Cimitero Comunale e l’implementazione dell’illuminazione cittadina. Ultimo tema toccato è quello dell’installazione di un impianto di rigassificazione nella zona di Metaponto su cui sia Tataranno che Benedetto si sono detti contrari e pronti ad approfondire la questione. In proposito si è tenuto un incontro pubblico per discutere il problema presso la Sala Parrocchiale del Borgo di Metaponto, incontro che verrà replicato a Bernalda sabato prossimo. I due dibattiti informativi servono per capire a cosa va incontro la zona metapontina e i possibili effetti negativi di un rigassificatore, la cui installazione ha ottenuto il parere favorevole della Giunta regionale tramite delibera n 1544 dello scorso 12 dicembre.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here