Matera spento a Lentini, Sicula Leonzio – Matera 2-1. Le pagelle di Tommaso Taccardi

0
154

Un passo indietro per il Matera a Lentini, la squadra di Auteri è parsa spenta in terra di sicilia dove ha trovato la prima sconfitta stagionale. Al vantaggio dell’ex Sonny D’angelo per la squadra di Rigoli (15′), risponde Giovinco, su rigore, al 19′. Decide il match la rete di Ferreira al 77′. Limita il passivo Adnan Golubovic che, sul finire di gara, respinge un calcio di rigore battuto da Marano.

Le pagelle di Tommaso Taccardi:
1) GOLUBOVIC VOTO 6,5. Il migliore in campo per il Matera. Oltre a limitare il passivo con il rigore parato a Marano, è apparso sempre reattivo e concentrato. Sul primo gol, non ce la sentiamo di condannarlo per via del fatto che, D’Angelo, ha tirato senza nessun disturbo da pochissimi metri.
3) MATTERA VOTO 4,5. Un disastro. A sua parziale difesa, il fastidio alla schiena che continua ad accusare da un po’ di tempo. Era al rientro dopo quasi un mese. I pericoli maggiori nascono dalla sua zona di competenza, compreso il rigore causato molto ingenuamente. Irriconoscibile.
5) SCOGNAMILLO VOTO 6. Il migliore dei tre. I suoi dirimpettai non hanno vita facile, da un suo tiro, nasce il rigore che Giovinco trasforma per il momentaneo pareggio.
6) STENDARDO VOTO 5,5. Appare lento ed impacciato in alcune circostanze, a queste carenza, sopperisce bene con l’esperienza.. ma non basta.
25) MACCIUCCA VOTO 5. Degli undici in campo, nel primo tempo, sembra quello che non ha assimilato bene le direttive del mister. Contribuisce vistosamente al disastro dei quella fascia di campo. Dal 46′ gli subentra ANGELO (VOTO 6) che si mette presto in mostra per i suoi tempi di inserimento in avanti offrendo anche opportunità agli avanti materani. Bene anche in copertura, non lo scopriamo certo oggi.
8) SALANDRIA VOTO 5,5. Prestazione poco sotto la sufficenza. Spesso tagliato fuori in fase difensiva dopo un primo tempo giocato benino. Dal 73′ Sernicola (SV).
20) MAIMONE VOTO 6. Strappa la sufficenza con i denti, la sua prestazione fa registrare comunque un passo indietro rispetto alla giornata precedente. Forse soffre più degli altri la condizione del terreno di gioco. Dal 67′ De Falco (VOTO 6) lo sostituisce per cercare di far cambiare marcia al Matera ma, il suo ingresso, non cambia l’inezia dell’incontro. Qualche buona “sventagliata” e niente più. Aggregato al gruppo alla vigilia del match, non ha potuto dare il suo pieno apporto perché non ancora in perfette condizioni fisiche.
27) CASOLI VOTO 6. Solito e onesto contributo. Primo tempo a destra, secondo a sinistra. Va anche vicino al gol.
21) BATTISTA VOTO 5. Comincia benino con la sua solita velocità ed imprevedibilità ma pian pianino, i suoi avversari, finiscono per prenderli le misure e lo arginano bene. Sostituito da STRAMBELLI (VOTO 5) che viene messo in campo per far si che il Matera cambi marcia, in teoria, nei fatti risulta essere molto confusionario.
19) CORADO VOTO 5,5. Svaria su più fronti ma non riesce a dare quella profondità di cui il Matera ha bisogno.
11) GIOVINCO VOTO 6. Mezzo voto in più per via del rigore realizzato con molta freddezza. Risulta essere molto sterile. Dal 73′ lo sostituisce Dugandzic (SV) che, in poco più di 15 minuti a sua disposizione e con una squadra in affanno non ha possibilità di mettersi in mostra.
All. AUTERI VOTO 5.
Forse con i cinque cambi sarà andato in confusione. Nel secondo tempo stravolge il centrocampo intero cercando di dare un cambio di marcia ma non ottiene il risultato sperato. A fine partita addebiterà alla mancanza di determinazione di alcuni suoi elementi ed al terreno di gioco le colpe di questa sconfitta pur elogiando gli avversari.
Auteri aspetta rinforzi.. e questo lo sanno tutti!
Tifosi al seguito VOTO 200!
Si, 200 perché i venti tifosi al seguito meritano un 10 ciascuno.
La minoranza salva sempre l’onore, loro hanno vinto!

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here