I manager di Basilicata, Puglia e Calabria tra i Sassi di Matera per ripensare la comunicazione.

0
2410

Un sabato di grande partecipazione e interesse per i manager di Puglia, Basilicata e Calabria che a Matera hanno preso parte all’evento organizzato da Federmanager: “Ripensare la comunicazione dei manager. Verso una narrazione empatica e costruttiva”. Un nuovo percorso nella comunicazione manageriale e d’impresa partendo dalle dinamiche attuali per affrontare le nuove tendenze.

La giornata è iniziata con il raduno in Piazza San Francesco a Matera, da dove è partita una passeggiata formativa tra i rioni Sassi, attraverso tre tappe. Prima tappa: visita a Casa Noha dove i manager si sono immersi nella storia di Matera attraverso la visione di un cortometraggio a cura del FAI. La seconda tappa ha simboleggiato la narrazione costruttiva attraverso la visita a Casa di Ortega, Museo delle arti applicate che ospita venti bassorilievi policromi in cartapesta che il pittore iberico realizzò nel 1975 nella Città dei Sassi. Gli ambienti sono impreziositi dalle ceramiche di Giuseppe Mitarotonda e da produzioni artigianali capaci di esprimere il reciproco arricchimento tra arte e antichi mestieri. 

Il tour è terminato al Circolo Culturale La Scaletta luogo quasi metafisico lucano dove un gruppo di giovani cittadini coscienziosi ed impegnati è riuscito, a partire dal 1959, a cambiare il mondo, innescando una “rivoluzione culturale”, in grado di capovolgere il destino di una città, oggi Capitale europea della cultura 2019, trasformando in realtà il sogno di quei giovani visionari.

Il fulcro della giornata è stato il workshop a cura di Assunta Corbo,  giornalista, autrice di Empatia Digitale e Fondatrice del Constructive Network nato per diffondere il giornalismo costruttivo in Italia. L’intervento è stato preceduto dai saluti del presidente di Federmanager Basilicata Luigi Prisco e dall’intervento di un narratore d’eccezione, Francesco Paolo Vizziello già presidente del Circolo La Scaletta che ha guidato i manager facendo da “cicerone” lungo tutto il percorso.

Assunta Corbo durante il workshop ha spiegato che la comunicazione è relazione. Questo è il punto di partenza consapevole per costruire il nuovo percorso comunicativo che si basa su valori che appartengono all’umanità. 

La sua proposta parte dall’osservazione di quello che accade nel mondo della comunicazione digitale e delle relazioni in ambito lavorativo. Si respira, in questi anni, la forte esigenza di riportare tutto su un piano più umano ed essenziale. Uno spazio in cui le relazioni rappresentano la nostra opportunità e i valori personali diventano la nostra guida. 

Partendo da concetti come gratitudine, gentilezza ed empatia è possibile costruire un nuovo percorso narrativo che ha come obiettivo l’aspetto costruttivo. Si costruiscono relazioni, nuovi processi comunicativi e nuove opportunità in ambito professionale e di crescita personale.

L’obiettivo della giornata formativa con Federmanager Basilicata, Puglia e Calabria è stato quello di offrire nuovi punti di vista e nuove visioni in ambito comunicativo, narrativo e relazionale. Attraverso esercizi di auto consapevolezza e nuove abitudini concrete da portare nel proprio team di collaboratori è possibile costruire un ambiente professionale rispettoso dell’altro e basato sull’ascolto.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here