Il boom delle auto cabrio: la ricerca di Autoscout24

0
1120

Il gran caldo è già arrivato e con esso le auto si trasformano in scatolette di metallo in cui, a meno che non si abbia un buon sistema di aria condizionata, poter fare saune gratuite di qui all’inizio del prossimo autunno. Un caldo torrido da cui non si scappa, soprattutto di giorno, nemmeno se si abita sulle alture intorno al Siri o nell’area vicino al confine campano della Basilicata.
Soluzioni? C’è chi all’estero si è inventato un modo tutto originale con cui sfuggire al caldo di questo inizio di estate. Un modo forse “non proprio economico” visto che comporta l’acquisto di un’auto nuova meglio se cabrio.
Già, proprio così; tedeschi, francesi, olandesi ed un po’ tutti quelli che abitano nelle regioni dell’Europa centrale sembrano voler risolvere a loro modo il problema del caldo acquistando auto cabrio, ovvero prive di tetto o con un tetto apribile a seconda delle esigenze.
Quest’ultima rappresenta in realtà la soluzione migliore perché da modo di coprirsi quando il meteo volge a male, una situazione non così infrequente di estate (soprattutto al Nord Europa) con i suoi improvvisi scrosci pomeridiani.
Il dato sul boom di inizio estate delle cabrio emerge da una analisi di Autoscout24, il principale portale online per la compravendita tra privati e dealer dell’usato, presente ormai in tutto il continente europeo e quindi perfettamente in grado di inquadrare le differenze di mercato tra le varie nazioni; in particolar modo, il dato più significativo riguarda il grande successo che hanno avuto le Mini cabrio in Italia, uno dei modelli di punta anche nello stesso portale, che troviamo a questa pagina.
Ebbene da questa analisi di Autoscout24 emerge che ad esempio in Germania l’aumento delle vendite di auto cabrio tra Marzo ed Aprile è stato superiore del 12% rispetto al periodo Gennaio-Febbraio. Addirittura in Olanda andando a considerare gli stessi intervalli temporali di riferimento l’aumento percentuale è stato del 17%!
Insomma, se non è amore poco ci manca. Ma quali sono i marchi di auto cabrio più richieste dagli acquirenti europei di auto cabrio? Autoscout24 è andata oltre nella sua analisi cercando di rispondere anche a questa domanda. E la risposta, va detto, non contiene particolari sorprese.
I marchi più richiesti sono ovviamente tedeschi ed appartengono tutti alla fascia di prezzo medio alta; sono infatti Mercedes, Bmw e Porsche.
In particolare l’auto cabrio più richiesta in Germania è la Bmw Serie 3, seguita in seconda posizione dalla Serie Z e poi a ruota dalla Mercedes SL. Caso strano, ma forse no, quelle appena citate e nello stesso ordine, sono anche le tre auto cabrio più richieste in Olanda.
Ed in Italia? Nonostante molti dei modelli cabrio più richiesti sul mercato siano disegnati da mani italiane (vedi ad esempio Giugiaro), secondo Autoscout24 gli italiani non si mostrano altrettanto interessati a tali modelli come i nostri vicini europei. L’aumento di vendite di auto cabrio in Italia nel periodo compreso tra marzo ed aprile è infatti solo del 3% superiore al periodo tra gennaio e marzo.
Un dato confortato da un’altra fonte, UNRAE, che invece va ad analizzare le immatricolazioni ovvero la vendita di auto nuove; secondo UNRAE ad aprile 2015 sono state vendute solo 859 auto cabrio contro le 976 del 2014 e quindi con un calo percentuale superiore al 10%.
Perché gli italiani amano meno le cabrio rispetto agli altri europei? Nulla di strano; le auto cabrio tirano di più nei Paesi freddi mentre attecchiscono meno in Italia dove la guida senza tettuccio ce la si può permettere al massimo in primavera mentre diventa improponibile in estate a causa del caldo eccessivo.
Ma se in termini percentuali l’appeal delle cabrio in Italia non è paragonabile a quello del resto dell’Europa, si notano invece piccole convergenze in fatto di gusti; anche i nostri connazionali infatti preferiscono le tedesche, ed in particolare la Bmw Serie Z, la Porsche Boxter e la Porsche 911, rispettivamente la prima, la seconda e la terza nella classifica di preferenza di auto cabrio in Italia.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here