Italiani e vacanze 2022, all’estero e più lunghe: alcuni consigli per le famiglie

0
1544

Le vacanze estive sono ormai alle porte e con esse l’esodo annuale delle famiglie italiane. Ogni anno oltre tre milioni di italiani lasciano le loro case per viaggiare all’estero e quest’anno non sarà diverso. Per molti di loro sarà il primo viaggio con i bambini. Questo significa che i genitori italiani devono affrontare diverse sfide: tenere i bambini al sicuro in ambienti sconosciuti, farli divertire e assicurarsi che non prendano troppo sole. 

Italiani in vacanza all’estero

Nel primo trimestre del 2022, gli italiani hanno speso quasi 1 miliardo di euro per vacanze all’estero. Si tratta di un aumento del 6% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, a dimostrazione del fatto che, nonostante i recenti disordini economici, gli italiani continuano a viaggiare e a spendere in massa. Secondo un’indagine il 52% degli italiani ha in programma una vacanza all’estero tra giugno e settembre e l’88% dichiara che spenderà più del solito per il proprio viaggio. 

Dato da attribuire a circa i tre quarti degli intervistati che hanno un’età compresa tra i 18 e i 24 anni. Sono, infatti i viaggiatori più giovani che prevedono di spendere di più nonostante una capacità di spesa inferiore (1.553 euro), ma la vera notizia è che le vacanze all’estero stanno tornando a essere più lunghe. Niente più “weekend lunghi”: quest’anno gli italiani vogliono un soggiorno più lungo del solito e lo vogliono abbondante. Tra coloro che si recheranno all’estero, circa la metà dichiara di voler fare un soggiorno più lungo.

Primi viaggi all’estero con i bambini: alcuni consigli 

Per molte famiglie italiane questa sarà la prima vacanza con i propri bambini. Il primo passo per organizzare un viaggio all’estero è scegliere una destinazione adeguata. Se si viaggia con bambini piccoli, si consiglia di prendere in considerazione le destinazioni che si rivolgono alle famiglie come ad esempio Disney World, Sea World, Universal Studios, Legoland o i parchi di divertimento. 

Possono anche essere luoghi come New York City, dove ci sono molte attrazioni che attraggono sia gli adulti che i bambini. Si dovrà tenere conto anche delle condizioni climatiche e quindi considerare se ci sarà abbastanza intrattenimento al coperto. Prima di partire, poi, sarà necessario organizzare il bagaglio dei più piccoli in modo tale da avere con sé tutto l’occorrente. Chiaramente, il consiglio è di fare scorta di prodotti per l’igiene del bambino, così non ci si ritroverà a non averne a sufficienza e di snack dato che in alcuni paesi non sempre sarà possibile trovare i loro cibi preferiti. In terzo luogo, prevedete nell’ itinerario di viaggio alcuni tempi morti. I bambini hanno degli orari e nonostante la vacanza, sarebbe opportuno non allontanarsi troppo dalla loro routine quotidiana. 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here